venerdì,21 Giugno 2024

HomeEditorialiLA PASSIONE, SALE DELLA VITA

LA PASSIONE, SALE DELLA VITA

“Ho sempre preferito la follia delle passioni alla saggezza dell’indifferenza”. 

Come non condividere la celebre massima dello scrittore francese, premio Nobel per la Letteratura, Anatole France. La passione, declinata nelle sue più svariate sfumature, è il sale della vita, il motore dell’umanità. Se alla base di qualsiasi iniziativa personale non vi fosse quella ‘vis’ latina, intesa pure come forza, vigore, il genere umano non sarebbe progredito.

 La passione è evoluzione, devozione, visione, vocazione, missione, intuizione, determinazione, emozione. Potremmo proseguire all’infinito con le rime che si abbinano perfettamente al filo conduttore e inaugurale di un altro anno editoriale. La passione è l’ossigeno dell’anima, il buco attraverso il quale chiunque può vedere e scandagliare l’animo umano. La passione è anche impaziente. Non assaggia, divora. Avere passione, o avere una passione, significa potersi concedere di perdersi in qualcosa, ma pure di credere in qualcosa, e perché no, in qualcuno. La passione scuote la vita, la cattura, la assorbe, la spinge verso mete ambiziose. Solo le grandi passioni, si diceva un tempo ( ed è valido ancora oggi), possono elevare l’anima a grandi cose. E ogni vera passione è senza speranza, altrimenti non sarebbe una passione ma un semplice patto, uno scambio di banali interessi, un accordo dettato dalla ragione. Non bisogna mai fidarsi di chi non ha passione. 

“Finché si avranno passioni non si cesserà di scoprire il mondo”, asseriva, fulminante, Cesare Pavese. Dalla notte dei tempi sono gli appassionati a sollevare il mondo. Gli scettici, al contrario, lo lasciano ricadere. Non si può certo descrivere la passione, la si può solo vivere. 

ED È QUELLO CHE, SOMMESSAMENTE E DA QUALCHE ANNO, CERCHIAMO DI FARE ATTRAVERSO LA NARRAZIONE E LA PROMOZIONE DEL TERRITORIO. È LA NOSTRA PASSIONE.

ALTRI ARTICOLI

I più Popolari